Guida ai Costi della Voltura con Enel: Ecco quanto pagherai!

Servizio Gratuito: dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 20:00 ed il Sabato dalle 9:00 alle 17:00

Sommario: Il costo della voltura Enel è una delle informazioni che interessano maggiormente i consumatori che si trovano a dover modificare l’intestatario dell’utenza elettrica e del gas. Si tratta di un’operazione energetica molto comune, caratterizzata dal fatto che non prevede interruzioni del servizio di fornitura.


Voltura Enel guida e cost procedura

Grazie a questa guida saprai:

  • il costo della voltura luce Enel
  • quanto costa cambiare intestatario della bolletta gas con Enel
  • la guida su come fare la voltura con Enel Energia
  • i dati e la modulistica necessari
  • le tempistiche per la voltura con Enel
  • chi deve effettuare la voltura delle utenze
  • a chi spetta il pagamento dell’operazione
  • le differenze tra voltura, subentro o allaccio con Enel
  • quando è gratuita la voltura Enel per decesso
  • chi è l’intestatario del contratto luce e gas
  • chi contattare per fare la voltura con Enel: Numero Verde ed altri contatti
  • quanto costa e quando fare la voltura con il Servizio Elettrico Nazionale

Quanto si paga per la voltura Enel? Il costo della voltura luce

Per effettuare una voltura Enel occorre corrispondere un prezzo che varia in base al tipo di fornitura per la quale si richiede. Per quanto concerne il costo voltura luce Enel, la cifra richiesta dal noto fornitore si compone di:

  • 23€ per il corrispettivo commerciale da destinare al venditore.
  • 25,51€ per l’onere amministrativo che viene elargito per il distributore energetico.

Di conseguenza, l’importo richiesto per intestare le bollette dell’energia elettrica a tuo nome sarà pari a 48,51€ + IVA. Ricorda che, tra le altre modalità con cui puoi richiedere la voltura, vi è anche la possibilità di associarla alla sottoscrizione di una delle offerte Enel.

Quanto costa cambiare intestatario della bolletta gas con Enel?

Per quanto riguarda il costo della Voltura gas Enel, l’esborso economico richiesto dal provider è la risultante della seguente somma:

  • 23€ che rispondono al corrispettivo commerciale da elargire per il venditore,
  • un onere amministrativo – destinato al distributore energetico – che si delinea in base al listino prezzi dell’azienda distributrice locale.

Di fatto, si tratta di una quota variabile che viene associata a ciascuna impresa di distribuzione territorialmente competente. Tuttavia, a garanzia di ogni consumatore vi è il fatto che tali prezzi sono stabiliti dall’ARERA che provvede a revisionarli annualmente.

Poi, al costo della voltura gas Enel vanno aggiunti:

  • IVA
  • deposito cauzionale e bollo di contratto laddove previsti.

Come Fare la Voltura con Enel Energia? La Guida

Effettuare il cambio d’intestazione della bolletta con Enel è una pratica tanto economica quanto semplice. In effetti, oltre al fatto che per una voltura Enel Energia costo e prezzi sono chiari e trasparenti sin da subito, con questo provider esegui l’operazione in poche e semplici mosse.

Puoi scegliere di realizzare la voltura delle tue bollette con Enel mediante due modalità di base:

  1. dal sito web
  2. utilizzando i contatti del fornitore energetico.

Per portare a termine la modifica dell’intestazione delle bollette tramite la pagina Internet di Enel, è necessario selezionare una delle tariffe energetiche da attivare. Contestualmente all’attivazione dell’offerta, richiedi poi il cambio dell’intestatario della fornitura.

Oppure, se preferisci parlare direttamente con un operatore energetico, ti basterà fare riferimento ai canali di contatto di Enel. Infatti, l’azienda mette a disposizione una vasta gamma di recapiti tra cui scegliere quello in linea con le proprie preferenze.

Ad ogni modo, per finalizzare questa procedura, è necessario compilare e restituire il cosiddetto kit contrattuale che ogni consumatore riceve dopo la richiesta di voltura ad Enel. Si tratta di vari moduli che, una volta completati, vanno inoltrati secondo il canale che ritieni più consono. Puoi scegliere tra:

  • la pagina web: accedendo alla sezione “carica documenti”
  • l’indirizzo di posta elettronica dedicato: corredandoli al messaggio che dovrai recapitare a allegati.enelenergia@enel.com

Una volta inviati, puoi seguire lo stato della domanda all’interno della tua Area Clienti accedendo a “Le tue pratiche”.

Dati e Modulistica per la Voltura con Enel Energia

Come ogni altra operazione energetica, tra cui un cambio di fornitore della luce o un nuovo allaccio del gas naturale, anche la realizzazione della voltura con Enel Energia necessita di dati e moduli specifici.

I dati e i documenti richiesti per realizzarla sono:

  • le informazioni anagrafiche: ovvero nome e cognome, codice fiscale o partita IVA dell’intestatario della fornitura;
  • un documento d’identità in corso di validità;
  • il codice POD o PDR: si tratta dell’identificativo alfanumerico che riconosce in modo univoco le tue utenze rispettivamente di energia elettrica e gas naturale. Lo trovi sulla bolletta o presso il contatore;
  • il codice cliente: è un dato necessario a chi richiede la voltura dell’energia elettrica. Si riferisce alle nove cifre che recuperi sul display del contatore o sulle fatture dell’energia dell’intestatario attuale;
  • i recapiti di contatto: cioè numero telefonico e indirizzo e-mail;
  • il codice IBAN: se realizzi la voltura nello stesso momento in cui attivi un’offerta e selezioni la domiciliazione bancaria come metodo di pagamento.

Tempistiche per la Voltura con Enel: Quanto tempo ci vuole?

Accanto all’Enel voltura costo, un’altra informazione rilevante è quella relativa alle tempistiche con cui viene espletata la pratica.


Per realizzare una voltura dell’energia elettrica, Enel impiega circa 5 giorni lavorativi calcolati dal momento della ricezione della documentazione. Invece, per il gas naturale le tempistiche necessarie sono di 4 giorni lavorativi.

Nel dettaglio, la società di vendita si riserva 2/3 giorni di tempo per esaminare i documenti ricevuti e comunicare l’accettazione della domanda al cliente finale. Dopodiché, il fornitore procede con la registrazione della modifica del nominativo.

Chi Deve Effettuare la Voltura delle Utenze?

Molti consumatori che si apprestano ad effettuare una modifica delle forniture o altre operazioni simili, si chiedono spesso chi debba eseguire le varie procedure energetiche e in quali occasioni. Nel caso della voltura delle utenze, si prospetta un ampio ventaglio di clienti e di casistiche specifiche in cui poterla richiedere.

In generale, esse consistono in:

  • voltura con cambio fornitore gas e luce: si tratta della possibilità – regolamentata dall’ARERA – di poter realizzare il cambio d’intestazione e di azienda fornitrice nello stesso momento;
  • voltura per decesso dell’intestatario: prevede specifiche condizioni di esecuzione di fronte alla scomparsa del soggetto proprietario dell’utenza. Deve essere effettuata in specifiche modalità e il costo della voltura mortis causa con Enel Energia è diverso rispetto a quello della procedura tradizionale. Trovi tutti gli approfondimenti su questo tipo di intervento di seguito nell’articolo;
  • voltura per separazione o divorzio: è il caso in cui il coniuge a cui è stata assegnata l’abitazione non figura come intestatario delle utenze e punta a diventarlo.
In generale, le operazioni connesse all’esecuzione della voltura spettano al soggetto che richiede di essere il nuovo proprietario e intestatario della bolletta.

Spese di Voltura: A chi spetta il pagamento?

Il pagamento delle spese di voltura in generale è a carico del soggetto che richiede l’esecuzione della modifica. In effetti, si tratta sempre di circostanze in cui un individuo ha bisogno o deve figurare attivamente come nuovo proprietario dell’utenza.

Ad esempio, è il caso di un soggetto che acquista un immobile e necessita di trasferire il proprio nominativo sulle bollette energetiche. Anche per un nuovo affittuario può configurarsi la stessa urgenza a fronte del progetto di un soggiorno a lungo termine nell’abitazione.

Di conseguenza, essendo esigenze legate a coloro che desiderano intestarsi l’utenza, il pagamento dell’operazione – laddove previsto – spetta al nuovo intestatario della fornitura energetica.

Voltura, Subentro o Allaccio con Enel? Le Differenze

Oltre alla voltura, tra le operazioni più comuni che Enel consente di effettuare ai propri clienti in tutta comodità, c’è anche:

  • il subentro
  • un nuovo allaccio luce e gas.

Le tre procedure presentano finalità e obiettivi diversi tra loro, ma complementari per la corretta gestione dell’utenza di ognuno. In effetti, conoscerne le principali differenze può aiutare i clienti a richiedere l’intervento mirato e adeguato in base alle loro necessità.

Come precedentemente ricordato, la voltura Enel viene richiesta dai consumatori che, acquistando un nuovo immobile o insediandovisi come inquilini, desiderano ottenere la modifica delle intestazioni delle fatture e mettere a loro nome l’utenza. Questa operazione si configura funzionale e rapida in quanto viene eseguita senza che l’erogazione di energia elettrica o gas naturale si interrompa.

Invece, il subentro Enel viene effettuato per rimettere in funzione un contatore energetico precedentemente disattivato. A differenza della voltura, presenta tempistiche di esecuzione più lunghe pari a 7 giorni lavorativi per la luce e 12 per il gas naturale.

Infine, con la procedura di allaccio luce e gas effettuato da Enel, richiedi di installare il contatore e collegare per la prima volta l’utenza di casa tua con la rete di distribuzione energetica.

Voltura Enel per Decesso: Quando è Gratuita?

La voltura Enel per decesso, detta anche voltura mortis causa, può essere richiesta solo in possesso di una serie di requisiti fondamentali. Infatti, si tratta dell’operazione eseguibile a patto che:

  • il nuovo intestatario sia un erede del deceduto o fosse convivente dell’intestatario precedente;
  • sia avanzata per le sole le forniture domestiche.

In particolare, è necessario compilare e spedire l’apposito modulo che trovi online tra quelli specifici per le varie situazioni. L’operazione è gratuita se si tratta della fornitura di luce elettrica. Per la voltura gas, invece, sarà richiesto di corrispondere solamente l’onere amministrativo da versare al distributore. La sua quota è variabile in base ai listini prezzo dell’impresa distributrice locale.

Ricorda che, in assenza di queste specifiche condizioni, il costo della voltura Enel sarà quello della procedura ordinaria. Tra le altre occasioni in cui puoi richiedere la voltura a titolo gratuito, figura anche quella eseguita per separazione o divorzio dal coniuge.

Chi è l’Intestatario del Contratto Luce e Gas con Enel?

L‘intestatario del contratto luce e gas con Enel è il soggetto o la persona giuridica a nome del quale lo stesso documento è ufficialmente registrato. Egli, essendo il titolare dell’accordo con la compagnia energetica, è il responsabile del pagamento delle bollette a fronte dell’ottenimento dell’energia da parte del provider.

In generale, nel caso di un contratto di fornitura domestico, l’intestatario può essere il proprietario dell’immobile oppure l’inquilino che ci vive in affitto. Tuttavia, è bene ricordare che gli stessi accordi contrattuali possono essere stabiliti anche con un’attività commerciale.

In questo secondo caso, per una fornitura energetica erogata ad un’impresa è l’azienda stessa ad intestarsi l’utenza e a figurare come responsabile dei pagamenti per il servizio ottenuto. Ovviamente, trovi il nominativo dell’intestatario sulle bollette Enel.

Chi contattare per fare la voltura con Enel: Numero Verde ed Altri Contatti

I contatti Enel utili per effettuare una voltura sono:

  • l’Area Clienti: grazie alla quale esegui le operazioni in completa autonomia;
  • il Numero Verde Enel: chiamando l’800 900 860 dall’Italia oppure il +39 066 45 11 012 dalle 7:00 alle 22:00 tutti i giorni escluse le festività;
  • la chat online: che può fornire utili consigli su come eseguire le operazioni energetiche;
  • l’Enel Clic: con cui accedi semplicemente dal link che trovi sul sito web ad una chiamata con un operatore dedicato a cui puoi rivolgere tutte le domande che hai;
  • gli Enel Store: recandoti presso gli uffici fisici del fornitore di cui trovi gli indirizzi online.

Ricorda che, per i quesiti più comuni, sul sito web di Enel trovi la sezione dedicata alle FAQ (Frequently Asked Questions) in cui sono messi a disposizione di tutti consigli e risposte molto utili.

Voltura con il Servizio Elettrico Nazionale: Quanto costa e quando farla

Per effettuare una voltura luce con il Servizio Elettrico Nazionale (SEN), dovrai mettere in atto gli stessi passaggi di quella richiesta con Enel. Infatti, si tratta di un’azienda facente capo al Gruppo Enel che offre ai consumatori la possibilità di gestire l’utenza in modo rapido e semplice.

Realizzi la voltura con il Servizio Elettrico Nazionale in varie circostanze, tra cui:

  • acquisto di un immobile
  • separazione o divorzio dal coniuge
  • decesso del precedente intestatario.

Per quanto riguarda l’Enel Servizio Elettrico voltura costo, questo è regolamentato dall’Autorità ARERA. In particolare, la voltura con il Servizio Elettrico Nazionale richiede:

  • 25,88€ oneri amministrativi a favore del distributore
  • 23,00€ contributo spettante al fornitore
  • imposta di bollo
  • eventuale deposito cauzionale.

Per ottenere ulteriori informazioni sui principali interventi presso l’utenza energetica, ti consigliamo di visitare l’Atlante del Consumatore raggiungibile con questo link.

Dernière mise à jour : 2 mai 2024