Cosa fare con le utenze Luce e Gas durante il trasloco? La guida completa

Servizio Gratuito: dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 20:00 ed il Sabato dalle 9:00 alle 17:00

Sommario: Quando ti prepari a spostarti in una residenza nuova, una delle prime cose da tenere in considerazione riguarda i servizi di energia elettrica e gas. È importante comprendere le spese previste e il tempo necessario per attivare tali servizi tramite fornitori come Enel, Eni e altri in modo da non avere sorpreseo.

In questo articolo, ti forniremo informazioni dettagliate sui costi, le tempistiche e alcuni suggerimenti per il trasferimento delle utenze di luce e gas.

utenze luce e gas in caso di trasloco

È importante iniziare sottolineando che non è possibile trasferire direttamente il contratto della fornitura gas o luce da una casa all’altra. Nel caso in cui il contatore luce o gas sia attivo nella nuova casa, sarà necessario richiedere una voltura. Questo procedimento consente di cambiare il nome dell’intestatario del contratto, mantenendo però la stessa fornitura. Nel caso in cui il contatore sia presente, non attivo, invece, sarà necessario fare richiesta per la ri-attivazione del contatore, comunemente chiamata subentro.
Nell’ ultimo caso invece, se nell’immobile non è presente alcun contatore luce e gas allora sarai chiamato/a ad effettuare un Allaccio Luce o Gas.

Tipo di
operazione
Contatore installatoContatore funzionanteCostiAttesa
Allacciovaria in base al costo dei lavori30-60 giorni
Subentro50-70€15 giorni max
Voltura50-70€7 giorni max

È fondamentale comprendere che il contratto è strettamente legato al contatore specifico di una singola utenza di gas o luce, e non può essere spostato tra contatori. Pertanto, l’unico passaggio possibile è la modifica di nome dell’intestatario del contratto, rimanendo sempre associato alla stessa abitazione.

Contratto Gas e Luce della nuova casa

Quando ti trovi in una nuova abitazione, una delle prime questioni da prendere in considerazione riguarda le utenze di gas e luce. È fondamentale verificare la presenza e l’attivazione dei contatori per garantire la disponibilità di energia nella casa. In questo articolo, esploreremo le diverse situazioni che possono presentarsi durante il processo di sottoscrizione di un contratto di fornitura per una nuova abitazione, fornendo dettagliate informazioni su ciascuna di esse.

  1. Allacciamento: Contatore mancante
    Se stai trasferendoti in una abitazione che non è mai stata abitata prima, potrebbe essere necessario effettuare l’allacciamento della fornitura. Il tempo richiesto per l’allacciamento varia a seconda dei lavori necessari. Solitamente, l’allacciamento di un contatore richiede circa solo un mese, ma in casi maggiormente complessi può protrarsi fino a due mesi.
  2. Subentro: Contatore installato ma non attivo (già attivato in passato)
    Il subentro è la procedura più conveniente in termini di difficoltà e comune che si applica quando l’inquilino antecedente ha chiuso il contatore. Per attivare la fornitura, sarà necessario avviare il processo di subentro. I tempi massimi previsti per il subentro sono:
    7 gg lavorativi per l’energia elettrica;
    12 gg lavorativi per l’utenza del gas.
  3. Voltura: Contatore installato e operativo, intestato a un’altra persona
    Nel caso in cui sia installato un contatore operativo intestato a un’altra persona, sarà necessario richiedere una voltura. La voltura comporta un cambio di intestatario del contratto, mantenendo le stesse condizioni economiche del precedente inquilino. La legge stabilisce una tempistica massima di una settimana lavorativa per completare la voltura.

È importante ricordare che, a partire dal mese di luglio 2021, è possibile selezionare il fornitore anche per l’operazione di voltura. Per ulteriori informazioni su questa possibilità, è consigliabile consultare gli aggiornamenti normativi.
Costi dovuti per il trasferimento: Allaccio, Subentro e Voltura di Gas e Luce

  • Se il contatore non è installato, è necessario valutare i costi per l’allacciamento;
  • Se il contatore è presente e attivo, è necessario considerare i costi per la voltura;
  • Nel caso in cui il contatore non sia presente e sia stato disattivato, è necessario valutare i costi per il subentro. Il prezzo per la prima attivazione corrispondono a quelli del subentro.

Tempistiche per il Trasferimento di Energia Elettrica e Gas Metano

Operazione Trasloco UtenzeTempi
Riattivazione contatore energia elettricaMassimo 7 giorni lavorativi
Riattivazione contatore gas12 giorni lavorativi
Nuovo allacciamento15 giorni fino a uno o due mesi

Anche i tempi necessari per il trasferimento dell’energia elettrica e del gas possono variare a seconda dell’operazione da effettuare. Nel caso di una ri-attivazione del contatore di energia elettrica, il processo richiederà non più di 7 gg lavorativi, mentre per l’utenza del gas i tempi potrebbero essere di 12 giorni lavorativi.

Nell’ipotesi di un allacciamento da zero, le tempistiche si dilatano e possono variare da 15 gg fino a un paio di mesi, a seconda dei lavori necessari per collegare l’utenza.

In conclusione, il trasferimento delle utenze di luce e gas richiede una corretta valutazione delle diverse situazioni e delle relative procedure da seguire. È importante considerare i costi e le tempistiche specifiche per ciascun tipo di operazione al fine di pianificare in modo efficiente il trasloco delle utenze e assicurarsi una fornitura di luce e gas nella nuova abitazione nel minor tempo possibile.

Contratto luce e gas vecchia casa: come gestirlo?

Quando si raggiunge il momento di annullare o effettuare la voltura per il contratto di gas e luce, la procedura risulta semplice e veloce. Occorre tenere in considerazione due possibili situazioni:

  1. Subentro immediato del nuovo inquilino:
    In questo caso, spetta all’ultimo inquilino mettersi in contatto con il fornitore affinchè ponga in essere la voltura e rendere il contratto a se titolato. La voltura può essere effettuata senza interruzioni nella fornitura.
  2. Casa vuota o in vendita:
    Se l’abitazione rimane disabitata o è in vendita, sarà necessario comunicare la disdetta del contratto e la chiusura del contatore. Per fare ciò, ti basterà contattare il servizio clienti del tuo fornitore o recarti personalmente presso uno degli uffici di assistenza clienti disponibili in zona.


Durante il trasferimento in una nuova casa, ci sono molti aspetti da considerare e impegni da affrontare. Per agevolarti, abbiamo preparato una guida completa sul trasloco di casa che ti offrirà utili consigli e suggerimenti. Preparati al meglio e affronta il trasloco con tranquillità seguendo le nostre indicazioni.

Che tu debba cancellare o volturare il contratto di fornitura di luce e gas, il nostro obiettivo è fornirti tutte le informazioni necessarie per gestire questa fase in modo semplice ed efficiente. Ricorda di seguire le procedure corrette e, se hai bisogno di ulteriori dettagli, consulta le risorse specifiche presenti sul nostro sito.

Cambiare fornitore o restare con lo stesso: cosa conviene?

Durante il processo di trasloco, è l’occasione ideale per rivedere i contratti di fornitura di luce e gas e cogliere le migliori offerte disponibili, spesso riservate ai nuovi clienti. Se il contatore è attivo, la prima cosa da fare è avviare la procedura di voltura del contratto, considerando in seguito un eventuale cambio di fornitore. È importante tenere presente che questa operazione è gratuita e non comporta interruzioni del servizio.

Se desideri mantenere il tuo attuale fornitore anche nella nuova casa, hai due opzioni: subentro o voltura. In ambo i casi, avrai contatti diretti con il tuo fornitore, che si occuperà delle procedure necessarie, anziché dover interfacciarti con il distributore locale.

Ecco un consiglio utile per semplificare il trasloco! Se vuoi assicurarti di avere luce e gas disponibili fin dal giorno iniziale nella tua abitazione, ti suggeriamo di avviare la pratica almeno un mese in anticipo rispetto alla data prevista per il trasferimento, nel caso in cui le utenze siano state chiuse. In questo modo, potrai evitare inconvenienti e garantire un immediato accesso a luce e gas.

Non permettere che il trasloco diventi una fonte di stress per le tue utenze di luce e gas. Sfrutta questa opportunità per esplorare le migliori offerte sul mercato e assicurarti tariffe convenienti e vantaggiose. Non esitare a contattare il tuo fornitore per informazioni dettagliate sulla voltura, il cambio di fornitore o altre procedure necessarie per garantire una transizione senza intoppi durante il trasloco.

Utenze con i diversi gestori: cosa cambia?

Quando si decide di cambiare casa, si apre un’opportunità per valutare nuove offerte di energia elettrica e gas. Grazie alla liberalizzazione del mercato energetico, hai la possibilità di scegliere il fornitore che preferisci tra le numerose opzioni disponibili in Italia. Per conoscere ulteriori dettagli su ciascun fornitore, ti suggeriamo di visitare le nostre pagine dedicate ai fornitori di luce e gas, nelle quali potrai trovare una vasta scelta e schede informative dettagliate.

Alcune operazioni relative al trasloco delle utenze possono essere svolte online. Per esempio, l’allaccio e il subentro possono essere svolte anche online. A tal proposito sarà necessario capire come farlo con il proprio fornitore.

Trasloco delle Utenze con Enel Energia

Enel Energia è il principale fornitore di energia elettrica in Italia. Se stai cambiando indirizzo, è molto probabile che il contatore sia attivo con Enel Energia. Spostare i contratti di luce e gas operativi con Enel nella nuova casa è un processo poco complesso: dovrai chiudere i contatori nella precedente abitazione e richiedere l’attivazione delle utenze per la nuova abitazione. Per chimare il fornitore consulta la pagina contatti dedicata.

Trasloco delle Utenze con Eni Gas e Luce

Plenitude Gas e Luce è uno dei principali fornitori di gas naturale in Italia e vanta una lunga tradizione nel settore. Se pensi al gas, è molto probabile che Eni Plenitude Gas e Luce ti venga in mente per la fornitura. Nel caso in cui il contatore sia ancora operativo, ci sono delle probabilità per le quali sia gestito da Eni Gas e Luce, il primo fornitore in termini di volumi. Per gestire il trasloco delle tue utenze con Eni Gas e Luce, ti consigliamo di contattare il numero verde dedicato per ricevere assistenza personalizzata. Lo puoi trovare in questa pagina.

Ricorda, durante il processo di trasloco delle utenze, è importante valutare attentamente le offerte disponibili e scegliere il fornitore che meglio si adatta alle tue esigenze. Assicurati di prendere in considerazione i servizi offerti, le tariffe e le condizioni contrattuali. Segui le procedure corrette per la chiusura e l’attivazione delle utenze, al fine di garantire una transizione fluida e senza interruzioni del servizio. Sia che scegli Enel Energia o Eni Gas e Luce, entrambi i fornitori offrono un’ampia gamma di soluzioni e tariffe competitive per soddisfare le tue esigenze energetiche.

Durante il processo di trasloco, tieni presente che è consigliabile contattare il fornitore scelto con un certo anticipo per assicurarti di avere luce e gas disponibili sin dal primo giorno nella tua nuova abitazione. In questo modo, potrai evitare ritardi o inconvenienti che potrebbero verificarsi durante la procedura di trasferimento delle utenze.

Il trasloco delle utenze rappresenta un’opportunità per valutare le migliori offerte sul mercato energetico e ottenere vantaggi economici. Assicurati di informarti in modo completo su ciascun fornitore, valutando le tariffe, i servizi aggiuntivi e le condizioni contrattuali. Inoltre, tieni presente che, oltre a Enel Energia e Eni Gas e Luce, ci sono numerosi altri fornitori sul mercato energetico italiano che potrebbero offrire soluzioni interessanti per le tue esigenze specifiche.

Prepara il tuo trasloco in anticipo e sfrutta al meglio le possibilità offerte dal mercato energetico. Con una corretta pianificazione e la scelta del fornitore più adatto, potrai garantire un trasferimento agevole delle utenze di luce e gas e iniziare la tua nuova vita nella nuova abitazione con tranquillità ed efficienza.

Roma e Milano: come fare il trasloco?

Spostarsi in una grande città può rappresentare una sfida, ma non preoccuparti, siamo qui per aiutarti! Nei nostri articoli troverai una guida completa che ti permetterà di risparmiare tempo ed energie durante il trasloco delle utenze di gas e luce nella nuova casa o ufficio.

Se stai iniziando una nuova avventura a Milano o a Roma e desideri mettere i contatori di gas e luce a te intestati, consulta la nostra guida informativa dedicata alle “Cambio Residenza“. Troverai tutte le informazioni necessarie sui fornitori e i distributori di luce e gas.

Indipendentemente dalla città in cui ti trasferisci, è fondamentale essere informati sulle procedure e le opzioni disponibili per il trasloco delle utenze di luce e gas. Conoscere i fornitori, i tempi e i costi ti permetterà di affrontare il trasferimento in modo più agevole e consapevole.

Non permettere che il trasloco delle utenze diventi un problema. Segui le nostre guide specifiche per la città di tuo interesse e ottieni tutte le informazioni necessarie per gestire il trasferimento delle utenze di luce e gas senza stress.

Continua la lettura con:

Dernière mise à jour : 2 mai 2024