Offerte Luce Migliori: quali sono? Quale scegliere?

Servizio Gratuito: dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 20:00 ed il Sabato dalle 9:00 alle 17:00

Sommario: Se sei alla ricerca delle offerte luce migliori attualmente disponibili, sei nel posto giusto. In questo articolo, esploreremo le opzioni più convenienti sul mercato per la fornitura di energia elettrica.

Infatti, con l’aumento dei costi energetici molte persone sono alla ricerca di tariffe competitive che possano aiutare a ridurre le bollette. Fortunatamente, ci sono diverse compagnie energetiche che offrono piani vantaggiosi per attirare nuovi clienti.

migliori offerte luce

Nello specifico, nei successivi paragrafi analizzeremo i seguenti argomenti:

  • Quali sono le migliori offerte della luce al momento?
  • Le offerte a confronto: un’analisi delle principali differenze
  • Come scegliere l’offerta migliore per le proprie esigenze?
  • Come attivare un’offerta luce?
  • Come disattivare un’offerta luce? Qual è la procedura?
  • Mercato Libero o Tutelato: quale offerta scegliere?
  • Monoraria, Bioraria o Trioraria: le differenze. Quale conviene?

Quali sono le migliori offerte della luce al momento?

Attualmente, sul mercato sono disponibili diverse opzioni di offerte luce che permettono di ottenere il massimo risparmio energetico.

Le offerte luce e gas migliori si distinguono per la loro convenienza economica e per i servizi aggiuntivi offerti:

  • molte compagnie energetiche propongono tariffe fisse a lungo termine, garantendo stabilità e prevedibilità nella spesa mensile;
  • altre soluzioni si concentrano sull’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili, offrendo un’opzione sostenibile per coloro che desiderano contribuire alla protezione dell’ambiente;
  • inoltre, tante proposte includono piani tariffari personalizzabili e servizi di assistenza clienti efficienti.

Come ti illustreremo meglio nel paragrafo successivo, le tariffe per l’energia elettrica si differenziano tra loro per diversi aspetti, come il costo dell’energia o la presenza o meno di fasce orarie.

Per iniziare a fare una panoramica su quali sono le migliori offerte luce sul mercato, in questi punti ti indichiamo le tariffe energetiche a prezzo fisso:

Migliori Offerte Luce Prezzo Fisso
OffertaPrezzoCaratteristiche
Enel PLACET Variabile0,09 €/kWh*
  • Condizioni contrattuali definite dall’ARERA
  • Tariffa bloccata per la materia prima dell’energia
  • Utilizzo domestico dell’energia elettrica
Iren Placet Fissa Domestica0,8404 €/kwh
  • Condizioni contrattuali stabilite dall’ARERA
  • Attivabile online
  • Suddivisione in fasce orarie
Engie Placet Fissa132 €/anno + 0,5842 €/kWh
  • Offerta vantaggiosa al momento
  • Tariffa per la casa
  • Composizione del prezzo dell’energia
  • Perdite di rete del 10% per i clienti collegati in BT
  • Enel PLACET Variabile: Enel, come fornitore energetico, ha introdotto sul mercato un innovativo meccanismo di abbonamento che offre un costo fisso per la materia prima. Tra le offerte Enel più convenienti, questa interessante soluzione è pensata per l’utilizzo domestico dell’energia elettrica e prevede condizioni contrattuali definite dall’ARERA e un prezzo fisso per 12 mesi che corrisponde a 144,0 €/anno + 0,4467 €/kWh F1 e 0,4367 €/kWh F23.
  • Iren Placet Fissa Domestica: tra le offerte Iren a prezzo fisso, questa opzione attivabile online prevede una tariffa bloccata per 12 mesi, con condizioni contrattuali stabilite dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). Il costo è suddiviso in fasce orarie: 0,8404 €/kWh per la fascia F1 e 0,777 €/kWh per le fasce F23. Inoltre, sono previsti costi fissi di commercializzazione pari a 7,50€ al mese.
  • Engie Placet Fissa: tra le offerte Engie luce a prezzo bloccato vantaggiose al momento, c’è l’opzione PLACET. L’offerta Placet Luce per la casa offre una tariffa fissa bloccata per 12 mesi dalla data di attivazione della fornitura. Il prezzo dell’energia è composto da una quota di 132,00 €/anno (PFIX) e PVOL pari a 0,5842 €/kWh, al lordo delle perdite di rete, che ammontano al 10% per i clienti collegati in BT.

Invece, tra le migliori offerte luce prezzo variabile:

Migliori Offerte Luce Prezzo Variabile
OffertaPrezzoCaratteristiche
Wekiwi Energia alla fontePUN + 0.165 €/kWh*
  • Sconti sulla Carica Mensile e sconto online
  • Fatturazione anticipata
  • Bollette inviate tramite e-mail ogni 2, 3 o 4 mesi
  • Costi di bollettazione variabili in base alla periodicità
  • Fatturazione quadrimestrale con pagamento anticipato dei consumi per quattro mesi
Eni Plenitude Trend CasaPUN + 0,0231 €/kWh*
  • Approccio sostenibile del fornitore
  • Opzioni come domiciliazione bancaria e bolletta web
  • Bolletta allineata al resto del mercato
Energia VedoChiaroPUN + 0,0198 €/kWh
  • Valore massimo del PUN nell’ultimo anno: 0,543 €/kWh
  • Ultimo valore disponibile (maggio 2023): 0,119 €/kWh
  • Wekiwi Energia alla fonte: questa offerta presenta un prezzo variabile per la componente energia, calcolato in base al PUN degli ultimi 3 mesi più 0,005 €/kWh. Il ricarico di Wekiwi sul costo dell’energia si aggira intorno ai 15€ all’anno per una famiglia media. Questa offerta include sconti sulla Carica Mensile e sconto online, che possono essere cumulati e applicati automaticamente nella tariffazione. La fatturazione avviene in anticipo e le bollette vengono inviate tramite e-mail ogni 2, 3 o 4 mesi, con costi che variano a seconda della scelta della periodicità. La fatturazione quadrimestrale risulta essere la soluzione più vantaggiosa, ma richiede il pagamento anticipato dei consumi per quattro mesi.
  • Eni Plenitude Trend Casa: precedentemente conosciuto come Eni Gas e Luce, Plentude è un fornitore energetico altamente conveniente. Le sue offerte luce sono molto popolari per diverse ragioni, tra cui l’approccio completamente sostenibile del fornitore, che si impegna attivamente nella decarbonizzazione attraverso l’utilizzo di tecnologie e innovazioni. Anche l’offerta Eni Plenitude Trend Casa riflette questa caratteristica, offrendo opzioni come la domiciliazione bancaria e la bolletta web, che permettono di ridurre l’uso di carta e vivere in modo più ecologico. Inoltre, grazie al prezzo indicizzato, avrai la certezza di avere una bolletta allineata al resto del mercato. Il prezzo sarà così composto: PUN + 0,0451 €/kWh.
  • Energia VedoChiaro: questa offerta si basa sul prezzo di mercato della materia prima dell’energia elettrica, calcolato in base al PUN (Prezzo Unico Nazionale). Nel corso dell’ultimo anno, il valore massimo raggiunto dal PUN è stato di 0,543 €/kWh, mentre l’ultimo valore disponibile, aggiornato a maggio 2023, è di 0,119 €/kWh.

Continua a leggere il nostro articolo per scoprire nel dettaglio le principali differenze e cosa vuol dire nello specifico scegliere un’offerta a prezzo fisso o a prezzo variabile.

Le offerte a confronto: un’analisi delle principali differenze

Come anticipato precedentemente, ci sono molte scelte offerte luce Mercato Libero disponibili. In questo contesto, i fornitori di energia elettrica e gas hanno la possibilità di definire in autonomia la tariffa della componente energetica proposta ai consumatori domestici e alle aziende.

In linea generale, le offerte luce differiscono tra loro per molti aspetti, come ad esempio:

  • costo della materia prima (prezzo fisso o indicizzato)
  • tariffa monoraria, bioraria o trioraria

Le offerte a prezzo fisso per l’energia elettrica sono una scelta popolare in Italia per diversi motivi. Con un prezzo bloccato, il costo dell’energia rimane lo stesso per l’intera durata del contratto, offrendo più sicurezza e prevedibilità delle spese domestiche.

Questa opzione protegge anche dai rincari del mercato energetico, evitando sorprese spiacevoli in bolletta.

Nonostante il prezzo sia fissato, molte soluzioni permettono una certa flessibilità nella durata del contratto e offrono maggiore trasparenza nei costi, evitando spese extra nascoste. Queste offerte possono essere convenienti per coloro che desiderano risparmiare nel lungo termine e contare su una maggiore stabilità finanziaria. Considerare un’offerta a prezzo fisso per la tua casa o attività commerciale potrebbe essere una scelta vantaggiosa, consentendoti una pianificazione della spesa più efficiente.

Per quanto riguarda le offerte luce a prezzo indicizzato, queste rappresentano un’alternativa alle tariffe a prezzo fisso e assicurano diversi vantaggi. Con una flessibilità di costo, il prezzo dell’energia può variare in base all’andamento del mercato all’ingrosso, consentendo potenzialmente un risparmio in bolletta.

Questa opzione è adatta a coloro che non vogliono impegnarsi a lungo termine. È particolarmente vantaggiosa per chi segue da vicino il mercato dell’energia e ha una buona comprensione dei momenti opportuni per cambiare tariffa. Tuttavia, è importante considerare che il prezzo dell’energia può variare in qualsiasi momento, portando ai rischi associati a queste offerte.

Per quanto riguarda il secondo punto, le tariffe luce monoraria, bioraria e trioraria differiscono nel modo in cui il consumo di energia è suddiviso nelle diverse fasce orarie. In poche parole, le tariffe bioraria e trioraria prevedono la possibilità di adattare il consumo energetico alle fasce orarie con tariffe più vantaggiose, consentendo ai consumatori di gestire meglio le proprie spese energetiche in base alle proprie esigenze e abitudini di utilizzo degli elettrodomestici. Per approfondire questo argomento, continua a leggere il nostro articolo!

In ogni caso, tutte le opzioni sopracitate di offerte luce, consentono ai consumatori di adattare la propria tariffa alle proprie abitudini di consumo energetico.

Come scegliere l’offerta migliore per le proprie esigenze?

Come vedremo più avanti, un altro fattore da considerare per scegliere la migliore tra le offerte luceofferte gas per le proprie esigenze riguarda la scelta del mercato di riferimento tra Libero e Tutelato.

In breve, nel Mercato Tutelato, i consumatori godono delle tariffe definite dall’Autorità che regola il Servizio di Maggior Tutela. Al contrario, nel Mercato Libero, gli utenti hanno la possibilità di confrontare le offerte dei vari fornitori e di optare per quella più conveniente o adatta alle proprie esigenze. Inoltre, nel Mercato Libero i provider possono offrire una maggiore varietà di tariffe e servizi personalizzati, consentendo ai clienti di adattare il contratto energetico alle proprie abitudini di consumo e budget.

Scegliere l’offerta luce migliore per le proprie esigenze può essere un processo importante per ottimizzare i costi e soddisfare le proprie necessità energetiche
.

Ecco alcuni suggerimenti su come procedere:

  • Valuta il tuo consumo energetico per comprendere il tuo fabbisogno di elettricità e determinare quale offerta potrebbe essere più adatta.
  • Confronta le tariffe dei diversi fornitori energetici.
  • Valuta la  tipologia di contratto, se preferisci una formula a prezzo fisso o variabile. La prima garantisce stabilità nelle tariffe per un determinato periodo, mentre la seconda può offrire flessibilità in base alle fluttuazioni del mercato.
  • Verifica se l’offerta include opzioni di risparmio come tariffe scontate in determinate fasce orarie o sconti legati a condizioni specifiche (ad esempio, la domiciliazione bancaria o l’adesione via web).
  • Considera i servizi aggiuntivi offerti, come l’assistenza clienti, la gestione online del contratto, l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili, la presenza di offerte green o altri benefici che potrebbero essere importanti per te.
  • Fai una ricerca sulla compagnia energetica, valutando la sua reputazione, affidabilità e i feedback dei clienti per garantire un servizio di qualità.
  • Prima di prendere una decisione, leggi attentamente le condizioni contrattuali, compresi i termini di recesso, eventuali penali e limitazioni contrattuali.

Ecco una tabella che rappresenta le tipologie di offerte luce disponibili nel Mercato Libero e le relative caratteristiche:

Offerte Luce Mercato LiberoCaratteristiche
Offerta a Prezzo Fisso
  • Costo bloccato per l’energia per tutta la durata del contratto
  • Sicurezza e prevedibilità delle spese domestiche
  • Protezione dai rincari del mercato energetico
  • Flessibilità nella durata del contratto
  • Trasparenza dei costi e assenza di spese extra nascoste
Offerta a Prezzo Indicizzato
  • Flessibilità di costo basata sull’andamento del mercato all’ingrosso
  • Possibilità di risparmio in bolletta
  • Adatta a chi non desidera impegnarsi a lungo termine
  • Richiede una buona comprensione del mercato dell’energia
  • Rischi associati alle variazioni del prezzo dell’energia
Tariffe Monorarie, Biorarie e Triorarie
  • Suddivisione del consumo energetico in fasce orarie vantaggiose
  • Possibilità di gestire le spese energetiche in base alle abitudini di utilizzo
  • Adatta a chi desidera adattare la tariffa alle proprie esigenze

In ogni caso, per capire tra le offerte luce quale conviene, ti suggeriamo di confrontare attentamente i prezzi, le condizioni contrattuali e i benefici aggiuntivi offerti da ciascun fornitore, per trovare la soluzione più adatta alle proprie necessità e al proprio budget. Per questo motivo ti consigliamo di dare uno sguardo al comparatore offerte luce e gas. Non solo, un altro strumento utile per valutare le migliori offerte luce e gas recensioni, è leggere le opinioni degli utenti.

Come attivare un’offerta luce?

Per attivare un’offerta luce, è necessario seguire alcuni passaggi che possono variare leggermente a seconda del fornitore energetico scelto. Di seguito, ti forniremo una guida generale su come attivare un’offerta luce. Vale a dire:

  1. Selezionare l’offerta. Prima di tutto, è importante individuare la miglior offerta luce, ovvero quella che meglio si adatta alle proprie esigenze. Valuta le tariffe disponibili, confronta i prezzi, le condizioni contrattuali e gli eventuali servizi aggiuntivi offerti dai vari fornitori energetici. Puoi fare ricerche online, contattare direttamente i provider o utilizzare siti di comparazione per ottenere informazioni dettagliate sulle soluzioni disponibili.
  2. Verificare la disponibilità. Una volta scelta l’offerta, assicurati che sia disponibile nella tua zona di residenza. Alcuni fornitori potrebbero non essere attivi ovunque, quindi è importante controllare la copertura territoriale della proposta selezionata.
  3. Raccogliere le informazioni necessarie. Prima di procedere con l’attivazione dell’offerta luce, raccogli le informazioni richieste dal fornitore energetico. Solitamente, avrai bisogno dei tuoi dati personali (nome, cognome, codice fiscale, indirizzo di residenza), del codice POD (Punto di Prelievo) che identifica il tuo contatore e delle informazioni relative al tuo contratto di fornitura energetica attuale (se applicabile).
  4. Contattare il fornitore. Puoi attivare un’offerta luce contattando direttamente il fornitore energetico tramite telefono, email o attraverso il suo sito web. Segui le istruzioni fornite dal fornitore per avviare la procedura di attivazione. In alcuni casi, potrebbe essere richiesto di compilare un modulo online con le informazioni richieste.
  5. Fornire le informazioni richieste. Durante la procedura di attivazione, dovrai fornire le informazioni raccolte in precedenza al fornitore energetico. Assicurati di fornire tutti i dati in modo accurato e completo per evitare eventuali ritardi o errori nell’attivazione dell’offerta.
  6. Confermare l’attivazione. Dopo aver fornito tutte le informazioni necessarie, il fornitore energetico confermerà l’attivazione dell’offerta luce. Riceverai una conferma dell’avvenuta attivazione tramite email o per posta, insieme ai dettagli del nuovo contratto di fornitura energetica.
  7. Monitorare il passaggio. Una volta attivata la migliore tariffa luce, è consigliabile monitorare il passaggio effettivo del contratto. Controlla le tue bollette energetiche successive per assicurarti che venga applicata correttamente la nuova tariffa e che non ci siano eventuali errori.

Ad ogni modo ti ricordiamo che è sempre consigliabile leggere attentamente le condizioni contrattuali di fornitura prima di procedere con l’attivazione, in modo da essere pienamente consapevoli dei termini.

Se invece sei un under 35, potrebbe interessarti il nostro articolo dedicato alle offerte luce giovani, una guida per aiutarti a risparmiare sulle tue bollette energetiche!

Come disattivare un’offerta luce? Qual è la procedura?

La procedura per disattivare un’offerta luce può variare leggermente a seconda del fornitore energetico con cui si ha sottoscritto il contratto. Di seguito, forniremo una guida generale su come disattivare un’offerta luce. Vale a dire:

  1. Verificare le condizioni contrattuali. Prima di procedere con la disattivazione, è importante leggere attentamente le condizioni contrattuali dell’offerta luce per comprendere eventuali clausole relative alla disdetta anticipata o ai termini di preavviso richiesti dalla società di vendita. Verifica se ci sono penali o costi associati alla disattivazione anticipata.
  2. Contattare il fornitore energetico. Per disattivare un’offerta luce, è necessario contattare il fornitore energetico tramite telefono, email o attraverso altri contatti reperibili sul sito web. Fornisci i tuoi dati personali e i dettagli del contratto, come il codice cliente o il numero di contratto, per facilitare la procedura di disattivazione.
  3. Comunicare la volontà di disattivazione. Esplicita chiaramente al provider energetico la tua intenzione di disattivare l’offerta luce. Potrebbero richiederti di compilare un modulo di disdetta o fornire una comunicazione scritta in cui indichi la data desiderata per la disattivazione.
  4. Conferma della disattivazione. Dopo aver comunicato la tua volontà, il fornitore energetico confermerà la disattivazione. Riceverai una conferma dell’avvenuta operazione tramite email o per posta, insieme ai dettagli relativi alla chiusura del contratto di fornitura energetica.
  5. Verifica delle bollette successive. Dopo la disattivazione dell’offerta luce, è consigliabile monitorare attentamente le bollette energetiche successive per assicurarsi che non vengano più addebitati importi relativi all’offerta disattivata. In caso di anomalie o addebiti non dovuti, contatta immediatamente l’operatore per risolvere la situazione.

In ogni caso, ricorda di seguire attentamente le istruzioni del fornitore energetico e di rispettare le eventuali condizioni contrattuali per evitare penali o problemi nell’ambito della disattivazione dell’offerta luce.

Mercato Libero o Tutelato: quale offerta scegliere?

In Italia, il mercato dell’energia è suddiviso e regolamentato da due sistemi distinti: il Mercato Tutelato e il Mercato Libero. Queste due opzioni offrono scelte diverse ai consumatori in termini di fornitori e di tariffe energetiche, che proveremo a spiegarti nelle prossime righe.

Per iniziare, nel Mercato Tutelato, le tariffe per la fornitura di energia sono stabilite dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA). Questo mercato è destinato principalmente ai consumatori domestici e alle piccole imprese, offrendo loro una protezione normativa e una tariffa stabilita dal governo. 


Invece, nel Mercato Libero, i consumatori hanno la libertà di scegliere tra diverse compagnie energetiche e i piani tariffari sono determinati dalle stesse aziende. Questo mercato è aperto sia ai consumatori domestici che alle grandi imprese e garantisce una maggiore flessibilità e la possibilità di negoziare offerte personalizzate.

I fornitori nel Mercato Libero predispongono tariffe competitive, piani promozionali e servizi aggiuntivi per attirare e soddisfare i clienti. Questa competizione spesso porta ad una maggior varietà di offerte, che possono includere formule a prezzo fisso, variabili legate all’andamento del mercato o a consumo personalizzate.

Le principali differenze tra il Mercato Tutelato e il Mercato Libero riguardano:

  • scelta del fornitore
  • varietà di tariffe disponibili
  • personalizzazione dell’offerta
  • flessibilità contrattuale.

In poche parole, nel Mercato Libero, i consumatori hanno un ruolo attivo nel determinare il proprio approvvigionamento di energia, mentre nel Mercato Tutelato la fornitura è standardizzata e controllata dal governo. Entrambi i mercati presentano vantaggi e svantaggi. Nel Mercato Tutelato, i consumatori godono di più protezione contro gli aumenti dei prezzi, mentre nel Mercato Libero possono beneficiare di una maggiore scelta e di tariffe più competitive.

Ecco una tabella che illustra le principali differenze tra i due mercati:

Differenze Mercato Libero e Tutelato
Caratteristiche Mercato LiberoCaratteristiche Mercato Tutelato
  • Tariffe stabilite dalle aziende
  • Libertà di scelta del fornitore
  • Varietà di tariffe disponibili
  • Personalizzazione dell’offerta
  • Flessibilità contrattuale
  • Tariffe stabilite dall’ARERA
  • Standardizzate dal governo
  • Protezione normativa
  • Tariffa stabilita dal governo

La scelta tra i due mercati dipende dalle preferenze individuali e dalle esigenze dei consumatori, che dovrebbero valutare attentamente le opzioni disponibili per trovare la soluzione più adatta alle proprie necessità energetiche.

Monoraria, Bioraria o Trioraria: le differenze. Quale conviene?

Come detto precedentemente, le tariffe luce monoraria, bioraria e trioraria sono opzioni disponibili per i consumatori per adattare il proprio contratto di fornitura elettrica alle proprie abitudini di consumo energetico. La principale differenza tra queste tariffe risiede nella suddivisione del giorno in fasce orarie con prezzi differenti per l’energia consumata.

Ecco quali sono:

  • monoraria è la tariffa più semplice e prevede lo stesso prezzo per l’energia indipendentemente dall’ora e dal giorno del consumo. È adatta per chi utilizza l’energia in modo uniforme durante tutta la giornata e non ha particolari necessità di flessibilità.
  • bioraria divide la giornata in due fasce orarie: una fascia F1, che va dalle 8:00 alle 19:00 dei giorni feriali, con un prezzo più elevato, e una fascia F2, che copre le restanti ore con un prezzo più basso. È ideale per chi consuma una parte significativa dell’energia durante la fascia F2, ad esempio la sera.
  • trioraria suddivide il giorno in tre fasce orarie: la fascia F1 nelle ore diurne di punta con il prezzo più alto, una fascia F2 con un prezzo intermedio, solitamente il mattino presto e dalle 19:00 alle 23:00 in settimana, e una fascia F3, con il prezzo più basso, che copre le restanti ore notturne, la domenica e i festivi. Questa opzione è adatta per chi ha un consumo notevole durante la fascia F3.

Come detto precedentemente, la scelta tra le tariffe dipende soprattutto dalle tue abitudini di consumo e dalla flessibilità desiderata. Le tariffe bioraria e trioraria offrono la possibilità di risparmiare sui consumi effettuati durante le fasce con prezzi più bassi, incentivando un utilizzo dell’energia più consapevole. Tuttavia, è importante valutare attentamente le proprie esigenze e confrontare le tariffe disponibili per trovare quella più adatta alle proprie necessità.

Per conoscere come ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) regolamenta le offerte energetiche nel Mercato Tutelato, visita il sito ufficiale a questa pagina. Nello specifico l’ente si occupa di garantire la concorrenza, la tutela dei consumatori e l’efficienza nei servizi energetici, promuovendo una gestione sostenibile delle risorse e un equo rapporto tra operatori e utenti.

Dernière mise à jour : 2 mai 2024

La Redazione di PrestoEnergia

Daniele Tarantino

Daniele Tarantino

Redattore Energia