Enel guasti: Contatti emergenze e numero Servizio clienti

Servizio Gratuito: dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 20:00 ed il Sabato dalle 9:00 alle 17:00

Sommario: Tutti i numeri di contatto di Enel per la segnalazioni di eventuali guasti  o interruzioni di corrente, come segnalarli e quali indennizzi puoi ottenere in caso di danni

Enel guasti contatti

Come segnalare un guasto a Enel?

Segnalare un guasto alla tua fornitura di energia elettrica è un passo importante per garantire un ripristino tempestivo del servizio. E-Distribuzione offre diverse opzioni per effettuare la segnalazione:

Chi contattare in caso di guasto Enel

Sito Web di E-DistribuzionePuoi segnalare il guasto e

Verificare lo stato di disalimentazioni, grazie alla mappa, presente sul sito.

App E-DistribuzionePuoi segnalare il guasto in pochi click
Chatbot EddieAssistente virtuale
Numero verde803.500 attivo 24/7

Quindi, indipendentemente dal metodo che preferisci, E-Distribuzione mette a tua disposizione diverse opzioni per segnalare un guasto e ottenere assistenza rapida ed efficiente.

Chi contattare in caso di interruzioni di corrente?

Quando ti trovi di fronte a un guasto al contatore Enel o a un’interruzione nell’erogazione di energia elettrica, è essenziale sapere chi contattare per ottenere assistenza tempestiva.

La differenza tra distributore e fornitore è fondamentale in questa situazione. Il distributore locale gestisce l’ultimo tratto della rete e tutti i contatori nella tua zona geografica. Il distributore da contattare può essere identificato sulla bolletta o dalle prime sei cifre del codice POD.

Ecco cosa fare in caso di interruzione di corrente:

  1. Identifica il tuo distributore di zona: Puoi farlo controllando il marchio sul tuo contatore o consultando la bolletta dell’energia elettrica, dove troverai il numero verde del pronto intervento da chiamare in caso di emergenza.
  2. Chiama il distributore locale: Ad esempio, se il tuo distributore è E-distribuzione (ex Enel Distribuzione), puoi contattare il numero verde del servizio guasti, che è attivo 24 ore su 24 e gratuito sia da telefono fisso che da cellulare.
  3. Tieni a portata di mano il codice POD: Durante la chiamata, è essenziale avere a disposizione il tuo codice POD per consentire all’operatore di identificare la tua fornitura con precisione.
In caso di guasti alla linea elettrica pubblica su scala nazionale, sia E-Distribuzione che Terna Energia devono intervenire immediatamente. Indipendentemente dal tuo contratto di fornitura, in caso di malfunzionamento della rete, chiama il numero 803 500 per ottenere assistenza pronta ed efficace.

Tieni presente che se il guasto riguarda l’impianto elettrico situato dopo il contatore, dovrai invece contattare un tecnico elettricista privato, poiché il distributore è responsabile solo fino al contatore elettrico.

Ricorda che una tempestiva segnalazione dei guasti ai distributori è essenziale per garantire una riparazione rapida e il ripristino dell’energia elettrica. Inoltre, il servizio di verifica ti permette di monitorare gli interventi in corso e di ricevere aggiornamenti regolari sulla situazione. Quindi, in caso di guasto al contatore, ora sai a chi rivolgerti per ottenere assistenza immediata.

Se vuoi capire chi sono i maggiori distributori di luce e gas, ti suggeriamo di leggere il nostro articolo.

Come monitorare i guasti Enel nella tua zona?

Per monitorare i guasti nella tua zona e seguire la loro risoluzione, puoi seguire alcuni passaggi utili:

Dopo aver segnalato un problema, è normale desiderare informazioni sull’andamento della sua riparazione e sulla previsione di ripristino dell’energia elettrica.

  1. Per ottenere queste informazioni, puoi contattare il Numero verde  di Enel 803.500 e selezionare l’opzione 1.
  2. Inserisci poi il codice di rintracciabilità fornito al momento della segnalazione del guasto.


In alternativa, puoi consultare la mappa delle disalimentazioni disponibile sul sito web di E-distribuzione.

Basta inserire la tua località di interesse per visualizzare le informazioni relative alle interruzioni causate da lavori programmati per manutenzione o guasti diffusi sulla rete.

La mappa fornisce dettagli sul numero di clienti coinvolti nell’interruzione e il tempo stimato per il ripristino del servizio, con aggiornamenti ogni 30 minuti. Questo strumento ti permette di tenere sotto controllo la situazione e avere una previsione precisa del ripristino dell’energia nella tua zona.

Sono previsti rimborsi in caso di blackout?

L’indennizzo per interruzioni prolungate del servizio elettrico è una questione regolamentata dall’Autorità per l’energia e il gas, ARERA. L’Autorità ha proposto l’introduzione di un sistema di indennizzi per i clienti che subiscono interruzioni particolarmente lunghe ed estese del servizio elettrico. Le principali disposizioni includono:

  • Tempi massimi di ripristino: L’interruzione del servizio dovrebbe essere ripristinata entro 24 ore per interruzioni eccezionali (come eventi legati a condizioni meteorologiche avverse) e entro 8 ore per interruzioni in condizioni ordinarie, sia per eventi accidentali che per lavori sulla rete. La distinzione tra le tipologie di condizioni si basa su un calcolo di un indice di eccezionalità.
  • Indennizzi crescenti: Se l’interruzione si prolunga oltre i tempi fissati, i clienti ricevono indennizzi crescenti in base alla durata del disservizio.
  • Ripartizione degli oneri: Se l’interruzione è causata sia dalla rete di trasmissione che da quella di distribuzione, gli indennizzi saranno ripartiti proporzionalmente al contributo delle due reti all’interruzione.
  • Prevenzione delle interruzioni: Per prevenire interruzioni prolungate dovute a fenomeni come la formazione di ghiaccio sulle linee aeree, sono in corso iter normativi per l’adeguamento delle linee aeree alle nuove norme tecniche europee. Inoltre, si presta attenzione ai piani di emergenza delle imprese distributrici per massimizzare il coordinamento con le autorità locali e nazionali nella gestione delle emergenze e della protezione civile.

Per quanto riguarda Enel Energia, in caso di guasti che comportino interruzioni prolungate del servizio, scattano automaticamente i rimborsi per i clienti domestici e aziendali. Ad esempio, per i clienti domestici, l’indennizzo base è di 30 euro, con ulteriori 15 euro per ogni blocco di 4 ore di interruzione oltre gli standard previsti dall’ARERA. L’indennizzo massimo può arrivare fino a 300 euro. Per le aziende, l’ammontare dell’indennizzo varia in base alla potenza dell’utenza, con un massimo di 1.000 euro.

In sintesi, esistono disposizioni regolamentate per garantire rimborsi in caso di interruzioni prolungate del servizio elettrico, e le imprese distributrici, come Enel Energia, applicano automaticamente tali rimborsi in base alle normative vigenti.

Motivi per i guasti Enel

Ecco alcuni dei motivi più comuni per la mancanza di corrente elettrica in casa, ognuno con le sue cause:

  1. Sovraccarico di energia: Questa situazione si verifica quando si utilizzano contemporaneamente numerosi elettrodomestici, il che può portare al disinnesto dell’interruttore principale.
  2. Guasto all’impianto elettrico domestico: Quando si sospetta un problema nell’impianto elettrico di casa, è fondamentale contattare un elettricista qualificato per risolverlo in modo sicuro ed efficiente.
  3. Guasto diffuso sulla rete elettrica locale: Le interruzioni di corrente su larga scala possono avere diverse origini, tra cui squilibri tra la corrente consumata e quella generata, problemi di sincronizzazione, incidenti, condizioni meteorologiche avverse o errori umani.
  4. Lavori programmati sulla rete elettrica locale: A volte, le interruzioni sono pianificate per consentire lavori di manutenzione o miglioramenti alla rete.
  5. Mancato pagamento delle bollette: Se si accumulano ritardi nei pagamenti delle bollette dell’energia elettrica, il fornitore potrebbe ridurre la potenza dell’impianto, aumentando il rischio di sovraccarico nella rete domestica.

Prima di chiamare un elettricista o il servizio clienti del tuo fornitore, è sempre prudente verificare se l’interruttore principale o il dispositivo di protezione si sono disinnestati. Inoltre, assicurati di essere in regola con i pagamenti delle bollette e di conservarle in maniera ottimale. Identificare con precisione la causa della mancanza di corrente elettrica è il primo passo per risolvere il problema in modo efficace.

Enel X YoUrban: Partecipa Attivamente al Miglioramento della Tua Città

Spesso durante le nostre passeggiate in città, ci imbattiamo in piccoli disservizi come lampioni spenti lungo il percorso. Tuttavia, segnalare questi guasti può essere un processo complicato, che richiede tempo e pazienza. Enel X ha ideato una soluzione innovativa chiamata Enel X YoUrban, un’applicazione disponibile in oltre 3000 comuni italiani che rende facile e veloce segnalare e risolvere questi problemi.

Con Enel X YoUrban, puoi contribuire attivamente a migliorare la qualità dei servizi nella tua città. Ecco come funziona:

  1. Scarica l’app da Google Play o App Store.
  2. Registrati sul portale di Enel X e crea un account personale.
  3. Utilizzando la geolocalizzazione, potrai visualizzare una mappa dettagliata dell’area in cui ti trovi, con tutti i punti luce evidenziati tramite appositi pin.
  4. Segnala guasti in tempo reale.
  5. Monitora lo stato delle segnalazioni.
  6. Interagisci con altri utenti del servizio, scambiando feedback e condivisioni.

Questo approccio è parte di una trasformazione digitale delle città, coinvolgendo i cittadini come protagonisti attraverso un’esperienza di gamification.

Per tutte le altre informazioni ti consigliamo di visitare il loro sito ufficiale.

Enel X YoUrban rappresenta un modo efficace per contribuire a mantenere la tua città sicura e ben illuminata, rendendo la partecipazione attiva un’esperienza semplice e gratificante.

Dernière mise à jour : 2 mai 2024

La Redazione di PrestoEnergia

Alessandra Alfia Selvaggi

Alessandra Alfia Selvaggi

Condividi questo post:

Alcuni articoli che potrebbero interessarti