PSV 2023: come cambia il prezzo del gas metano

Servizio Gratuito: dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 20:00 ed il Sabato dalle 9:00 alle 17:00

Sommario:

Il prezzo del gas metano, in Italia, segue l’andamento del cosiddetto indice PSV. Ma di cosa si tratta? Come influisce il PSV sulle bollette dei consumatori italiani?

Scoprilo di seguito! Ma prima, approfondiamo che cos’è il PSV e qual è stato il suo andamento in questi primi mesi del 2023.

psv

Che cos’è il PSV?

Il PSV – acronimo di Punto di Scambio Virtuale – è un hub virtuale per la compravendita di gas metano. Al PSV, che è situato tra i Punti di Entrata e i Punti di Uscita della Rete Nazionale di Gasdotti, accedono i principali attori del mercato energetico: dai produttori di gas ai fornitori e ai venditori – in contatto poi con i consumatori finali.

In questo hub, gestito da Snam Rete Gas, domanda e offerta si incontrano – definendo quotidianamente il prezzo della materia prima gas all’ingrosso. Questo valore, che coincide con l’indice PSV, è il prezzo a cui i fornitori acquistano il gas, per poi rivenderlo ad un ulteriore prezzo da loro stabilito ai consumatori italiani (domestici e non).

Così come funziona con l’energia elettrica (tramite l’indice PUN e la Borsa Elettrica Italiana), anche il mercato del gas è regolato dagli scambi che avvengono nella Borsa del gas nazionale. Quest’ultima è stata fondata nel 2010 e ad oggi è gestita dalla GME – Gestore dei Mercati Energetici – che monitora la compravendita di gas tra le parti.

L’indice PSV gas incide fortemente sulle bollette gas degli utenti italiani. In particolare, è il valore su cui si basa il calcolo della spesa per la fornitura gas nelle offerte variabili. Difatti, queste prevedono che il prezzo per la materia prima gas coincida con proprio con il prezzo gas PSV, sommato ad un piccolo contributo ai consumi definito dal fornitore.

PSV e TTF: le differenze

Fino a poco tempo fa, nelle formule di prezzo delle offerte variabili, veniva riportata la voce TTF. Ma cosa rappresenta?

Il TTF – acronimo di Title Transfer Facility – è il mercato per il gas naturale di riferimento per i paesi europei. Con sede nei Paesi Bassi, il TTF rappresenta il principale punto di incontro di produttori di gas internazionali, società di stoccaggio, società di distribuzione, fornitori e venditori.

Questo mercato è stato istituito nel 2003, con l’intento di promuovere la compravendita di gas in Europa attraverso un’unica piattaforma. Anche qui, il prezzo del gas segue l’andamento dei principi economici di domanda e offerta, variando di ora in ora ogni giorno.

Dunque, la differenza tra il prezzo PSV gas e il prezzo TTF gas sta nell’area a cui si riferisce. Mentre il PSV fa riferimento unicamente all’Italia, il TTF è il valore di riferimento per il mercato europeo – toccando molteplici paesi.

Nonostante ciò, il TTF influisce sull’andamento del PSV in Italia, anche se dallo scorso anno il primo non viene più utilizzato da ARERA. Difatti, fino a poco tempo fa, per i clienti del mercato di Maggior Tutela il prezzo di riferimento per le proprie offerte gas era proprio il valore europeo.

Il motivo di questo cambiamento è stato quello di garantire un maggior allineamento del prezzo di tutela all’andamento dei prezzi nel mercato all’ingrosso, ristabilendo equilibrio tra domanda e offerta. Anche per questo motivo, con il PSV gas ARERA la componente materia prima gas non verrà più aggiornata trimestralmente bensì mensilmente.

Qual è il PSV di questo mese?

A differenza dell’andamento dell’indice PUN, che può essere monitorato da tutti accedendo al sito web della GME, il valore del PSV è riservato solo agli operatori del mercato e quindi non può essere consultato.

Tuttavia, ci sono molteplici gruppi energetici e fornitori (come ad esempio A2A) che aggiornano mensilmente una pagina dedicata proprio al PSV, riportando i valori dell’indice non appena questi vengono calcolati e resi pubblici.

Il valore dell’indice PSV gas oggi, quindi per il mese di aprile, non è ancora disponibile – dato che il risultato si ottiene facendo la media dei prezzi giornalieri a livello mensile. Tuttavia, si è a conoscenza del PSV di marzo, pari a 0,493630 €/Smc.

Come è cambiato negli ultimi mesi il prezzo del gas?

A partire dall’inizio dell’anno, con il PSV Gennaio 2023, il prezzo del gas nel mercato all’ingrosso ha subito una costante diminuzione. Addirittura, il PSV di marzo scorso, rappresentava meno della metà del valore PSV di Marzo dello scorso anno!

Come vedremo di seguito, il mercato energetico è fortemente influenzato da diversi fattori e questo porta ad una continua oscillazione del PSV. Di seguito, riportiamo i valori dell’indice PSV dall’estate scorsa fino ad oggi.

MESEPSV (€/Smc)
Marzo 20230,493630
Febbraio 20230,602630
Gennaio 20230,724740
Dicembre 20221,23546
Novembre 20220,96624
Ottobre 20220,82732
Settembre 20221,941062
Agosto 20222,471465
Luglio 20221,829600
Giugno 20221,086500

Offerte Variabili Gas migliori: quali scegliere?

Le offerte gas variabili sul mercato libero sono davvero numerose! Tra le proposte dei fornitori troviamo le offerte green, amiche dell’ambiente, e le offerte dual luce e gas – per una gestione immediata di entrambe le forniture; insomma, scegliere non è affatto facile.

Concentrandosi sulle migliori offerte variabili gas, è possibile individuarne 4 particolarmente convenienti:

  1. Iren 10×3 Gas
  2. Trend Casa Gas di Plenitude
  3. Edison Dynamic Gas
  4. Enel Flex Gas.

Per aumentare ancora di più i vantaggi di queste offerte, è bene comunicare sempre l’autolettura del contatore gas. Difatti, basta leggere la bolletta per sapere che molte volte, il totale della stessa viene calcolato su consumi stimati. A questo proposito, è sempre utile comunicare i consumi realmente effettuati per evitare di sostenere spese aggiuntive inutili.

Ma ora, vediamo le soluzioni più approfonditamente!

Iren 10×3 Gas

La prima tra le migliori offerte gas variabili è Iren 10×3, che offre anche uno sconto in bolletta fino a €30.

Per la fornitura di gas, Iren calcola la spesa seguendo questa formula: PSV + spread, dove:

  • PSV coincide con il valore dell’indice PSV – ovvero, la media aritmetica delle quotazioni day ahead e weekend presso l’hub PSV
  • spread corrisponde ad un contributo fisso di 0,29 €/Smc e invariabile per i primi due anni di fornitura; questo corrispettivo viene calcolato sui consumi ed è a remunerazione dei costi per la spesa della materia prima non coperti dal PSV.

Al totale, bisogna poi aggiungere i costi fissi di vendita e commercializzazione pari a €9,16 mensili.

Trend Casa Gas di Plenitude

Con Trend Casa Gas di Plenitude i clienti possono accedere alle convenienti condizioni economiche del mercato all’ingrosso, riservate ai soli fornitori e venditori! Questo, versando un piccolo contributo sui consumi a sostegno della spesa dei provider.

Anche con Trend Casa Gas, la spesa per la fornitura di gas si compone di due quote:

  1. una quota PSV per la materia prima gas, pari al prezzo del gas sul mercato all’ingrosso
  2. un contributo al consumo di 0,1730 €/Smc.

Al risultato della somma, si devono poi aggiungere €12,00 mensili per i costi di vendita e commercializzazione.

Edison Dynamic Gas

Una valida alternativa alle offerte appena viste è Edison Dynamic Gas. Questa promo prevede due differenti piani tariffari.

Per gli utenti per cui si registrano consumi di gas fino a 700 Smc annuali, la spesa per la fornitura si calcola sommando il prezzo della materia prima all’ingrosso (PSV) ad un contributo fisso di 0,075 €/Smc. Invece, per i consumatori che superano i 700 Smc annui, la componente PSV viene sommata ad un corrispettivo leggermente più alto, pari a 0,15 €/Smc.

In entrambi i casi, al totale dovranno essere aggiunti i soliti costi di vendita e commercializzazione, che ammontano a €120 all’anno.

Enel Flex Gas

L’ultima offerta gas variabile che consigliamo è Enel Flex Gas.

Anche in questo caso, il totale della bolletta viene calcolato utilizzando la formula PSV + ɑ, dove:

  • PSV corrisponde al prezzo della materia prima gas all’ingrosso
  • ɑ è un contributo fisso di 0,15 €/Smc, invariato per i primi 12 mesi, calcolato sui consumi di gas effettuati.

Da tenere in considerazione abbiamo poi i costi di vendita e commercializzazione gas, che ammontano a €10 al mese.

Aderendo all’offerta i clienti possono beneficiare di Bolletta Web – un servizio per la ricezione online, digitalmente, della propria bolletta, e dei molteplici bonus e sconti del programma fedeltà ENELPREMIA WOW!

Quali fattori influenzano il prezzo del gas metano?

Il prezzo del gas e l’indice PSV variano continuamente, influenzati da numerosi fattori. Primo fra tutti, il rapporto domanda – offerta tra i produttori e venditori di gas, che si potrebbe definire l’elemento con una maggiore influenza sull’andamento del PSV.

Ma nell’elenco ci sono anche altri elementi che incidono sul prezzo del gas.

  • la quantità dei volumi di gas reperibili sul mercato dai venditori
  • la riduzione della domanda, conseguente alla preferenza e al maggiore utilizzo di fonti alternative
  • le condizioni climatiche
  • i prezzi e le relative oscillazioni, dei combustibili alternativi come il carbone e il petrolio
  • la situazione geopolitica del Paese, che può essere colpito da crisi o tensioni con altri Stati
  • la stagionalità dei consumi, che si abbassano notevolmente con l’arrivo della bella stagione.

L’andamento incerto del prezzo gas è purtroppo qualcosa che, considerando l’attuale situazione, accompagnerà i consumatori italiani ancora per un po’. Tuttavia, sono diverse le soluzioni messe a punto dal governo per evitare picchi nell’indice PSV (come si sono verificato lo scorso anno) e garantire una certa sicurezza economica a tutti gli utenti.

Per coloro che non vogliono essere affetti dalla variazione del prezzo del gas metano, una soluzione è quella di optare per le offerte con tariffe a prezzo bloccato. In poche parole, a differenza di quelle appena viste, le offerte a prezzo bloccato presentano una quota fissa e invariabile stabilita dal fornitore per la durata della fornitura. Così facendo, i clienti che aderiscono a queste promo, non dovranno preoccuparsi di eventuali aumenti del prezzo gas, poiché per tutta la durata contrattuale, il prezzo della materia prima gas rimarrà invariato.

Solitamente, queste proposte presentano delle condizioni economiche valide annualmente. Quindi, il prezzo fisso potrebbe cambiare di anno in anno o rimanere il medesimo! In ogni caso, il fornitore provvederà tre mesi prima della scadenza del contratto a comunicare al cliente le nuove condizioni che possono essere liberamente rifiutate.

Per saperne di più sull’indice PSV e sul suo andamento nel corso dei mesi, visita questa pagina dedicata al tema cliccando qui!

Dernière mise à jour : 2 mai 2024

La Redazione di PrestoEnergia

Matteo Bono

Matteo Bono

SEO Manager