Autolettura Eni Plenitude: come si effettua?

Più di 1 Milione di clienti si rivolgono a noi! Affidati al nostro servizio semplice, veloce e GRATUITO! ✅ Che aspetti? Più di 1 Milione di clienti si rivolgono a noi! Affidati al nostro servizio semplice, veloce e GRATUITO! ✅ Che aspetti?

Sommario: Comunicare al fornitore la lettura dei tuoi consumi è estremamente vantaggioso per risparmiare sulla bolletta. Inoltre, eviti spiacevoli conguagli e hai la possibilità di valutare se la tariffa del tuo fornitore è adeguata alle tue abitudini di consumo.

In questa guida troverai tutte le informazioni di cui hai bisognio per poter effettuare la tua autolettura!

Autolettura Eni Plenitude

Come inviare l’Autolettura del gas

Se desideri evitare l’attesa dei tecnici per l’autolettura semestrale del tuo Distributore locale, hai la possibilità di effettuare personalmente l’autolettura dei consumi di gas con Eni Plenitude. Il fornitorre ti offre varie possibilità per poterla effettuare:

  • Chiamare il numero verde Eni Plenitude 800.999.800;

Contattando il numero verde di Eni Plenitude, parlerai con un operatore del Servizio Clienti Eni, ma puoi anche scegliere di servirti del servizio automatico disponibile tutti i giorni 06:00 – 24:00, allo stesso numero.

  • Accedere online alla tua personale Area Clienti Eni Plenitude sul sito del fornitore;

Se preferisci utilizzare l’area clienti disponibile sul sito, devi aver effettuato la registrazione e inserito i dati relativi alla tua fornitura .

  • Inviare l’autolettura con il tuo smartphone tramite l’App Eni Plenitude MyEni (ex MyEni).

Puoi comodamente inviare l’autolettura dal tuo cellulare tramite l’App Eni Plenitude (ex My Eni), gratis per smartphone iOS e Android. Le informazioni necessarie si trovano all’interno delle bollette Eni, sia in formato cartaceo che digitale. Consulta la pagina 3, nella sezione “Come comunico l’autolettura?”.

Qualora il contatore in tuo possesso fosse di  nuova generazione o uno Smart Meter, l‘autolettura sarà effettuata automaticamente, eliminando la necessità di effettuare tale operazione.

Grazie al Smart Meter, la gestione dei consumi è semplificata. In tutta Italia è iniziato il processo di sostituzione tra vecchi e nuovi contatori. Tramite il sistema di lettura automatica, sarai capace di visualizzare i tuoi consumi sul tuo smartphone, che verranno aggiornati ogni quindici minuti e inviati direttamente al tuo fornitore.

Quando inviare l’Autolettura

Stando a quanto stabilito da ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, è consentito una volta al mese di poter inviare la lettura dei propri consumi. All’interno della tua bolletta troverai l’arco di tempo indicato da Eni Plenitude per inviare la lettura dei consumi.

Assicurati di rilevare i consumi dal contatore solo nel giorno in cui desideri inviare i dati al fornitore, evitando di farlo in anticipo. Questo garantirà un’affidabilità massima dei consumi registrati.

Inviando l’autolettura, avrai la possibilità di accumulare punti per il programma fedeltà Plenitude Insieme, che sarà valido per l’intero anno 2023, programma che offre numerosi premi e scontistiche. Se desideri ottenere tali vantaggi più rapidamente, ti conviene completare le Azioni Premianti, tra cui l’autolettura stessa.

Come leggere il contatore

Come prima cosa, quando si vuole effettuare l’autolettura, va identificata la tipologia di contatore che si possiede. Fatto questo, si può procedere con la rilevazione dei dati.

Se hai un contatore gas meccanico, la lettura è semplice. Appunta i numeri presenti nelle caselle nere a sinistra rispetto alla virgola e segui la istruzioni fornite da Eni per l’invio dei dati.

Con un contatore gas elettronico, la lettura potrebbe sembrare più complicata, ma offre una stima precisa del consumo fino ad oggi. Premi il pulsante per accendere il display e, quando si illumina, premilo nuovamente per poter visualizzare i dati relativi al consumo in Smc (Standard Metro Cubo). Annota il dato e invialo a Eni. Tieni a mente che i contatori elettronici sono impostati in modalità di risparmio energetico. Poco dopo l’accensione, il display si spegnerà. Tuttavia, premendo nuovamente il pulsante di accensione, potrai riattivarlo e tornare alla schermata precedente.

Incontri problemi nella lettura del contatore gas? Se riscontri difficoltà nel seguire le procedure di autolettura per il tuo contatore, sia che si tratti di uno meccanico che di uno elettrico, è consigliabile evitare di contattare direttamente Eni Plenitude. Rivolgiti piuttosto al tuo Distributore locale, l’unico soggetto autorizzato per la manutenzione dei contatori. Contattando il Distributore locale, potrai richiedere l’intervento di tecnici specializzati che ti aiuteranno, in base alle tue necessità.

Dove si trova il contatore

Di solito, per motivi di sicurezza, il contatore è installato all’esterno della casa, in posizioni strategicamente scelte e facilmente individuabili.

Se ti sei appena trasferito in una nuova abitazione, potrebbe essere che tu non sia ancora riuscito a trovare il tuo contatore. La modalità più rapida per l’ottenimento di questa informazione è rivolgerti al portiere dell’edificio, al proprietario o all’inquilino precedente.

Qualora non riuscissi a contattare queste persone o non fossero in grado di fornirti la risposta desiderata, ecco alcuni luoghi in cui potrebbe trovarsi il tuo contatore :

  1. All’interno di un armadietto, posizionato sul pianerottolo delle scale.
  2. Nel vano comune del tuo condominio, come ad esempio un locale tecnico o una sottoscala.
  3. Sul balcone della tua abitazione.
  4. Alla periferia della tua abitazione, su un muretto o una parete esterna.


Autolettura mancata

Non fornire l’autolettura a Eni Plenitude potrebbe portare a un conguaglio oneroso sulla tua bolletta al termine del contratto stipulato col fornitore o alla fine dell’anno, in base alla data più prossima.

Tieni presente che i tecnici specializzati che lavorano per il Distributore locale effettuano la lettura del contatore solo ogni sei mesi, il che significa che potresti dover pagare sei mesi di consumi in eccesso nella tua prossima bolletta.

Se non comunichi il tuo consumo a Eni Plenitude , riceverai una bolletta che si basa su consumi stimati in precedenza, registrati dal contatore del gas nell’immobile.

Ritardando la comunicazione dei consumi, aumenti la possibilità di dover pagare un conguaglio oneroso .

Ho sbagliato l’autolettura: e ora?

Durante la registrazione dei dati sull’autolettura sulle piattaforme Eni, potresti commettere errori inserendo i dati facenti riferimento al tuo consumo, comunicando informazioni errate.

 

Dopo aver inviato la lettura dei consumi del gas, non sarà possibile correggere i dati nemmeno contattando l’assistenza clienti Eni.

In situazioni del genere, non c’è alcuna sanzione dal fornitore, ma verrà seguita una procedura diversa in base ai volumi registrati nelle letture precedenti comunicate a Eni:

  1. Se il consumo riportato è incorretto, senza però discostarsi molto dal consumo stimato precedente, la situazione si risolverà ricevendo un conguaglio nella prossima bolletta Eni.
  2. Se il consumo si discosta molto dai consumi precedenti registrati, Eni utilizzerà  i tuoi dati dei consumi stimati precedenti, non tenendo in considerazione la lettura da te comunicata.

Differenze Autolettura luce

L’autolettura di un contatore della luce segue la medesima procedura di autolettura di un contatore gas.

Dovrai quindi ottenere i dati relativi al contatore della luce e scriverti la cifra espressa in kilowattora (kWh). Se possiedi ancora un contatore di vecchia generazione, non sarai in grado di comunicare la lettura relativa a tariffe biorarie. I contatori di nuova generazione, ovvero quelli elettrici, grazie alla tecnologia avanzata, hanno la capacità di considerare solo fasce specifiche per la lettura.

Per effettuare l’autolettura della luce, segui attentamente questi passaggi:

  1. Trova il contatore luce.
  2. Verifica la tipologia del contatore.
  3. Esegui la lettura seguendo le istruzioni specifiche per la tipologia di contatore che possiedi, annotando i kWh consumati.
  4. Scegli come comunicare l’autolettura a Eni (telefono, Area Clienti Eni Plenitude, App Eni Plenitude).
  5. Fornisci i dati relativi ai tuoi consumi a Eni Plenitude.


Qualora tu fossi fornito di uno Smart Meter come l’Open Meter di E-Distribuzione, non sarà necessario comunicare l’autolettura. Lo Smart Meter effettuerà automaticamente la lettura ogni quindici minuti, fornendo consumi reali dettagliati e precisi nella tua bolletta.

Che fare in caso di trasloco?

Quando stai cambiando abitazione e il nuovo inquilino si incaricherà della voltura delle forniture di luce e gas, è consigliabile effettuare un’ultima autolettura del contatore e di comunicarla al tuo fornitore. In questo modo si eviteranno possibili dispute sui tuoi ultimi consumi in quell’immobile.

Allo stesso modo, quando ci si  trasferisce in un immobile nuovo, è consigliabile effettuare una verifica dei consumi del contatore del precedente inquilino.

Se il contatore in questione è stato disattivato, non ci sarà bisogno di un’autolettura preventiva, poiché il fornitore calcolerà eventuali conguagli sulla bolletta relativa alla chiusura del contratto del precedente intestatario.

Dernière mise à jour : 19 juillet 2023