L'impianto Fotovoltaico di EniPlenitude: vantaggi e costi

Servizio Gratuito: dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 20:00 ed il Sabato dalle 9:00 alle 17:00

Sommario:

Eni Plenitude, parte di Eni, si distingue nel settore energetico per il suo impegno nella produzione di energia rinnovabile, in particolare nel fotovoltaico. Questa tecnologia trasforma la luce solare in energia elettrica tramite pannelli composti da materiali semiconduttori. Il fotovoltaico di Eni Plenitude permette ai clienti di produrre energia in modo autonomo, riducendo la dipendenza dalla rete elettrica e abbattendo i costi energetici e le emissioni di CO2. L’azienda mira a raggiungere la neutralità carbonica entro il 2040 e offre soluzioni fotovoltaiche personalizzate, con vari pacchetti che includono vantaggi fiscali e riduzioni di costi.

Eni Plenitude fotovoltaico costi e vantaggi

Quanto costa un impianto fotovoltaico con Eni Plenitude?

L’investimento in un impianto fotovoltaico è diventato più conveniente nel tempo. Per un impianto standard domestico di 3 kW, adatto per una famiglia in un appartamento di 100 mq, il costo medio si attesta tra 5.000 e 7.000 euro, includendo possibili detrazioni fiscali. Questo prezzo comprende l’installazione e può variare a seconda della qualità dei materiali, della manodopera, e delle specifiche tecniche, come l’uso di pannelli in silicio monocristallino o policristallino.

Le opzioni di potenziamento, quali sistemi di accumulo, pompe di calore e ottimizzatori, possono incrementare ulteriormente il costo. La manutenzione ordinaria dell’impianto, inclusa la pulizia dei pannelli e i controlli di routine, può variare tra i 100 e i 300 euro annui.

Il costo totale di gestione ed efficienza di un impianto ben costruito si aggira tra i 3 e i 10 centesimi per ogni kWh prodotto, con un costo medio di circa 3.500 euro in 25 anni. È importante considerare tutti questi fattori quando si valuta l’investimento complessivo in un impianto fotovoltaico.

Offerte Impianto fotovoltaico Eni Plenitude

Le offerte per gli impianti fotovoltaici si sono diversificate e arricchite, adattandosi alle esigenze di una clientela sempre più orientata verso le energie rinnovabili. Evolvere, ad esempio, propone una varietà di soluzioni per i cosiddetti “”consumatori evoluti di energia””, offrendo vantaggi come:

  1. Un risparmio fino al 90% sulla bolletta grazie all’autoconsumo,
  2. Monitoraggio facilitato tramite app,
  3. La formula “”Senza pensieri”” per una gestione semplificata dell’impianto.

Queste offerte includono spesso studi di fattibilità, progettazione, installazione e collaudo, con la possibilità di diluire il pagamento in rate mensili, compensati dal risparmio in bolletta e da eventuali incentivi fiscali.

Importanti sono i benefici fiscali come il Bonus Ristrutturazioni, che permette la detrazione del 50% della spesa sostenuta per l’installazione dell’impianto, spalmata in 10 anni. Questo rimborso copre una vasta gamma di spese, tra cui:

  1. Acquisto dei materiali,
  2. Manodopera,
  3. Progettazione,
  4. Spese legali.

Inoltre, con il meccanismo della cessione del credito e l’Ecobonus 50% e Bonus Fotovoltaico offerto da Plenitude, è possibile ottenere riduzioni immediate sul costo totale e uno sconto diretto in fattura. Queste agevolazioni rendono l’installazione di un impianto fotovoltaico un’opzione sempre più accessibile e vantaggiosa per chi desidera partecipare attivamente alla rivoluzione energetica sostenibile.

Contatti per installare un impianto fotovoltaico con Eni Plenitude

Per coloro che sono interessati a installare un impianto fotovoltaico con Eni Plenitude, ci sono diversi modi per entrare in contatto con l’azienda e ricevere assistenza. Le opzioni di contatto includono:

Modalità di contatto Eni Plenitude
Numero verde GeneraleDa telefono fisso 800900700,

Da cellulare: 02444141,

dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 20:00
Numero verde per aziende, condomini, PADa telefono fisso: 800900400,

Via cellulare: 02444130,

Dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00
Sportellli fisiciMappa sul sito ufficiale di Eni Plenitude

Vantaggi di un impianto fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico offre numerosi benefici economici e ambientali. Tra questi spiccano:

  • La possibilità di raggiungere fino al 50% di autonomia energetica, permettendo di produrre e consumare energia durante il giorno,
  • L’accesso a detrazioni fiscali fino al 50% della spesa sostenuta, ripartite in 10 anni, che coprono i costi di installazione, impianto e fornitura.

Queste detrazioni contribuiscono a recuperare una parte significativa dell’investimento iniziale.

Un altro vantaggio significativo è la possibilità di diventare un “prosumer”, vendendo l’energia in eccesso alla rete e ottenendo un rimborso sulle bollette. Questo è possibile grazie all’installazione di un contatore bidirezionale. Inoltre, l’impianto fotovoltaico incrementa il valore immobiliare dell’abitazione, rendendola più appetibile sul mercato grazie all’aumento della classe energetica.

Per supportare il funzionamento ottimale dell’impianto, sono fondamentali servizi come il monitoraggio tramite app, la pulizia periodica dei pannelli e la manutenzione biennale. Con Plenitude, è possibile scegliere tra diverse offerte che si adattano a varie esigenze, beneficiando di materiali di alta qualità e del supporto di partner tecnici professionali. Infine, una polizza assicurativa offre copertura completa al tuo impianto, proteggendolo da eventuali danni ambientali e furto.

Svantaggi di un impianto fotovoltaico

Nonostante i numerosi vantaggi, gli impianti fotovoltaici presentano alcuni svantaggi importanti. Il primo è il costo iniziale, che rimane relativamente elevato. Un impianto standard da 3 kW può costare tra 7.500 e 10.500 euro, variando a seconda della qualità e dell’efficienza dei componenti, come ad esempio i pannelli monocristallini.

Un altro aspetto critico è la produzione di elettricità discontinua, influenzata dalla variabilità delle condizioni meteorologiche. In assenza di sole, la produzione energetica diminuisce notevolmente, rendendo più difficile l’indipendenza dalla rete elettrica. Ciò evidenzia la necessità di sistemi di accumulo per ottimizzare la resa dell’impianto e massimizzare l’autoconsumo.

Inoltre, il settore del fotovoltaico è ancora soggetto a burocrazia complessa e time-consuming, rendendo la messa in funzione dell’impianto un processo lungo e ostacolato da numerose procedure. Infine, il rendimento di un impianto fotovoltaico non è costante ma dipende da vari fattori, come l’irraggiamento solare, la posizione geografica e il corretto dimensionamento dei pannelli.

Recensioni Impianto fotovoltaico Eni Plenitude

Il settore del fotovoltaico in Italia ha registrato una notevole crescita, in gran parte grazie al Superbonus 110%, con oltre un milione di impianti installati, molti dei quali di piccole dimensioni. Questo aumento è conforme alle normative che richiedono alle nuove costruzioni di utilizzare fonti rinnovabili per almeno il 50% dei loro consumi energetici. Le recensioni dei clienti di Eni Plenitude mostrano una generale soddisfazione, anche se alcuni hanno riportato una produzione di energia inferiore alle aspettative, ma comunque molti sono interessati ad espandere i loro impianti, attratti dalle detrazioni fiscali.

Le esperienze dei clienti sono state varie: alcuni hanno elogiato l’installazione e la funzionalità degli impianti, sottolineando la professionalità dei tecnici e il risparmio sui consumi. Altri, invece, hanno avuto esperienze negative, segnalando problemi di comunicazione e di servizio clienti, difficoltà nel contattare operatori, problemi nell’installazione e nella gestione post-installazione, come la mancanza di dispositivi di controllo e questioni di sicurezza.

In conclusione, mentre molti clienti sono soddisfatti del loro impianto fotovoltaico con Plenitude, altri hanno riscontrato problemi che hanno compromesso la loro esperienza complessiva.

Contatti per installare un impianto fotovoltaico con Eni Plenitude

Per coloro che sono interessati a installare un impianto fotovoltaico con Eni Plenitude, ci sono diversi modi per entrare in contatto con l’azienda e ricevere assistenza. Le opzioni di contatto includono:

Informazioni sui pannelli fotovoltaici

Per garantire il massimo rendimento di un impianto fotovoltaico, è essenziale considerare diversi fattori:

  1. La posizione e l’esposizione dell’edificio,
  2. Le condizioni meteorologiche locali,
  3. La potenza dei moduli,
  4. La loro manutenzione.


Dall’accordo con Evolvere all’installazione dell’impianto passano circa 75 giorni, seguiti da altri 120 giorni per l’allacciamento.

La manutenzione generalmente è bassa, richiedendo raramente l’intervento di un tecnico. I moduli, testati per resistenza e durabilità, includono materiali di alta qualità forniti dai partner tecnologici.

Plenitude gestisce responsabilmente lo smaltimento dell’impianto secondo la Normativa RAEE. L’installazione di un impianto fotovoltaico rappresenta non solo un investimento economico ma anche un passo importante verso un futuro sostenibile, particolarmente rilevante in un contesto di crescente consumo elettrico e di evoluzione verso la mobilità elettrica e le smart home.

Fotovoltaico Eni Plenitude: energia del futuro

I pannelli fotovoltaici rappresentano una tecnologia rivoluzionaria nel campo dell’energia rinnovabile, trasformando i raggi solari in energia elettrica utilizzabile nelle nostre case. Questi dispositivi sono composti da celle solari, formate da due strati di materiali semiconduttori, che generano corrente elettrica quando colpiti dalla luce solare.

Questo processo avviene grazie alla creazione di una differenza di potenziale tra i due strati, stimolando il movimento degli elettroni e producendo energia. Per soddisfare diverse esigenze, i pannelli sono disponibili in varie dimensioni, da 3 a 10 kW.

Durante le ore diurne, i pannelli catturano l’energia solare, permettendo di utilizzare l’energia autoprodotta e riducendo così la dipendenza dalla rete elettrica tradizionale. Questo si traduce in un abbattimento dei costi in bolletta e una riduzione delle emissioni di CO2.

È importante distinguere il fotovoltaico dal solare termico: mentre il fotovoltaico converte l’energia solare direttamente in corrente elettrica, il solare termico la utilizza per riscaldare acqua. Questa distinzione è fondamentale per comprendere le diverse applicazioni dell’energia solare e il loro impatto sul nostro futuro energetico.

Quanto fa bene all’ambiente un impianto fotovoltaico?

L’adozione di impianti fotovoltaici rappresenta un passo cruciale verso la transizione energetica, mirando a ridurre la dipendenza dai combustibili fossili e a contrastare le emissioni inquinanti. Questa transizione non solo combatte l’inquinamento atmosferico, ma affronta anche le disuguaglianze politico-sociali. Tuttavia, come ogni tecnologia, anche il fotovoltaico presenta alcune problematiche ambientali, come pannelli economici contenenti silicio amorfo con tellurio di cadmio, un materiale tossico e inquinante, e l’uso di gas serra come l’esafluoruro di zolfo.

Nonostante queste sfide, i pannelli fotovoltaici mostrano un saldo positivo per quanto riguarda l’impronta di carbonio. Studi indicano che un pannello impiega circa due anni per compensare il carbonio emesso durante la sua produzione, pari a 20g/kWh di CO2. Considerando che la vita media di un pannello è di 20-25 anni, solo una frazione del tempo di funzionamento è dedicata a “ripagare” il debito ambientale.

Inoltre, il riciclo dei pannelli a fine vita è cruciale per l’ambiente. La normativa italiana prevede procedure precise per lo smaltimento, consentendo di recuperare fino al 95% dei materiali per la produzione di nuovi pannelli. L’impronta di carbonio di un pannello fotovoltaico è relativamente bassa, con un’emissione media di 0,053 kg di anidride carbonica per kWh prodotto.

Questi fattori, uniti ai continui progressi nel settore che mirano a una maggiore efficienza energetica e un’economia circolare, rendono il fotovoltaico una soluzione sempre più sostenibile per l’ambiente.

Plenitude e Evolvere

Evolvere, parte integrante di Plenitude, rappresenta un esempio emblematico di innovazione nel fotovoltaico, rispondendo alle esigenze dei “consumatori evoluti di energia”. Le loro offerte si focalizzano sull’autoconsumo, promettendo risparmi significativi sulla bolletta energetica, che possono arrivare fino al 90%. Inoltre, offrono sistemi fotovoltaici con accumulo energetico, proponendo soluzioni complete e personalizzabili, chiavi in mano, grazie alla collaborazione con partner leader nel settore come Jinko Solar e Fimer.

Questo approccio viene gestito attraverso Eugenio, un ecosistema di smart home e smart energy per monitorare i flussi energetici e massimizzare l’efficienza e flessibilità nella gestione domestica, coniugando risparmio e comfort. La proposta di Evolvere si estende anche alla creazione di comunità energetiche, guidate dalla visione di Plenitude, che è fortemente impegnata nella transizione alle fonti rinnovabili, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra e contrastare il riscaldamento globale.

Per chi è interessato ai servizi di Evolvere, l’azienda mette a disposizione diversi canali di comunicazione, inclusi numeri verdi, assistenza via email, moduli online sul loro sito, e una presenza attiva sui social media. Questi canali rendono facilmente accessibili informazioni, assistenza e nuove iniziative commerciali sia ai nuovi che ai vecchi clienti.

Qual è la posizione migliore per installare un impianto fotovoltaico?

Per un rendimento ottimale dei pannelli solari, è cruciale una corretta installazione. In Italia, l’orientamento ideale è verso Sud con un’inclinazione tra 20° e 35°, per massimizzare l’esposizione alla luce solare diretta. Tuttavia, è importante considerare possibili ostacoli come alberi o edifici che possono creare ombre.

Se le condizioni ideali non sono possibili, si possono utilizzare pannelli CIS, efficaci anche con scarso irraggiamento solare, o pannelli in silicio amorfo per cieli coperti. Queste alternative offrono soluzioni flessibili per sfruttare al meglio l’energia solare in diverse condizioni ambientali.

L’installazione dei pannelli è comune sui tetti di edifici residenziali e industriali, dove è essenziale assicurarsi che ci sia spazio sufficiente senza ostacoli per un’installazione efficace.

Chi è Eni Plenitude?


Eni Plenitude rappresenta un’innovativa svolta nel campo dell’energia, incarnando la nuova identità di Eni gas e luce. Posizionandosi come Società Benefit, questa entità si pone all’avanguardia nella strategia di decarbonizzazione di Eni.

Attiva in 8 Paesi e servendo oltre 10 milioni di clienti, Plenitude non solo continua la vendita tradizionale di luce e gas, ma espande il suo raggio d’azione integrando la produzione di energia rinnovabile, servizi per l’efficientamento energetico, e soluzioni per la mobilità elettrica.

L’impegno di Plenitude verso un futuro sostenibile è evidenziato dalla sua promessa di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2040 e di garantire energia decarbonizzata al 100% a tutti i suoi clienti. Incentivando l’adozione dell’energia solare, Plenitude offre anche vantaggi tangibili ai suoi clienti, come uno sconto di 500€ sull’acquisto di impianti fotovoltaici.

Questo approccio multifaccettato riflette il loro motto: ‘La nostra energia al tuo servizio’, dedicandosi a fornire soluzioni energetiche sia per grandi che per piccole imprese, con un occhio sempre attento alle esigenze individuali.

Dernière mise à jour : 2 mai 2024

La Redazione di PrestoEnergia

Alessandra Alfia Selvaggi

Alessandra Alfia Selvaggi

Condividi questo post:

Alcuni articoli che potrebbero interessarti